Posti riservati

Immagine
Foto

I posti riservati sono destinati ad assegnatari di una borsa di studio erogata da Governi, Enti pubblici nazionali o esteri e ai titolari di assegno di ricerca che abbiano conseguito nella graduatoria finale almeno 60/100 (ovvero l’idoneità).

I candidati che hanno ottenuto un punteggio di almeno 60/100 e intendano far valere i propri requisiti per l’accesso ai posti riservati, devono contattare la Scuola di dottorato, allegando la documentazione comprovante il diritto al posto riservato.   

L’ammissione dei titolari di assegno di ricerca può essere sottoposta ad autorizzazione da parte del Collegio dei Docenti del dottorato o dell’ente di appartenenza per un parere vincolante circa la compatibilità nello svolgimento delle due attività. La tematica dell’assegno di ricerca e quella della tesi di dottorato devono coincidere. L’assegno di ricerca è incompatibile con una borsa di dottorato.