Brevetti e IPR

Immagine
Materiale
Materiale brevettato

Il Politecnico di Torino ha tra i suoi fini quello di favorire la protezione dei risultati della ricerca e la loro successiva valorizzazione per generare innovazione ed impatto sociale. In quest'ottica l'Ateneo proteggere la conoscenza sviluppata nello svolgimento delle attività di ricerca tramite le diverse forme di IPR (Intellectual Property Rights), e la valorizza attraverso la promozione di attività che conducano anche ad un loro sfruttamento commerciale in grado di generare risorse economiche che possono essere reimpiegate in nuove attività formative o di ricerca e sviluppo. È quindi evidente come gli IPR siano non solo imprescindibili, ma rappresentino il punto di partenza di tutte le attività del Trasferimento Tecnologico e costituiscano gli asset immateriali che divengono oggetto della collaborazione con i gli stakeholder esterni.

Lo Staff e l’apposita Commissione Brevetti di Ateneo assistono i titolari delle invenzioni derivanti dalla Ricerca (sia Accademica che Commerciale) in tutti gli aspetti relativi al Trasferimento Tecnologico: dalla valutazione della forma di protezione più appropriata, alla gestione della contitolarità con enti o aziende, durante le procedure di registrazione degli IPR, fornendo anche supporto per il reperimento di fondi per lo sviluppo della tecnologia e nella ricerca di partner che ne permettano la commercializzazione attraverso il licensing.

Portafoglio IPR

0
Famiglie IP attive (al 13/12/2021)
0
IP attive (al 31/12/2021)
0
%
IP sfruttate commercialmente (al 31/12/2021)

La piattaforma Knowledge-Share, vetrina dei Brevetti

Nata da un’idea del Politecnico di Torino ed ora gestita da Netval (Network per la Valorizzazione della Ricerca Pubblica) e UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi), la piattaforma Knowledge-Share è la vetrina dei brevetti derivati dalla ricerca pubblica Italiana.

L’obiettivo del portale è di diventare il punto d’incontro di domanda e offerta di innovazione sviluppata dalla ricerca universitaria e dei Centri di Ricerca, raccogliendo e rendendo facilmente accessibile a stakeholder esterni il portafoglio di conoscenze e tecnologie che può essere oggetto di applicazione industriale.