Anagrafe della ricerca

ProPep: Sviluppo di strumenti innovativi per la protezione del peperone piemontese dall'avvizzimento maculato causato da virosi

Durata:
36 mesi (2018 - 2021)
Responsabile scientifico:
Tipo di progetto:
Ricerca da Enti privati e Fondazioni
Ente finanziatore:
PRIVATI (FONDAZIONE CRT)
Codice identificativo progetto:
2018.2060
Ruolo PoliTo:
Partner

Abstract

I virus che più comunemente colpiscono le colture di peperone (famiglia Solanaceae), e che causano gravi perdite di prodotto commerciale sono il virus dell’avvizzimento maculato del pomodoro (detto anche virus della bronzatura del pomodoro) (Tomato spotted wilt virus, TSWV), il virus del mosaico del cetriolo (Cucumber mosaic virus, CMV), il virus del mosaico del tabacco (Tobacco mosaic virus, TMV) e il virus del mosaico del pomodoro (Tomato mosaic virus, ToMV). Tra questi, uno dei più dannosi è il TSWV; appartenente al genere Orthotospovirus (famiglia Tospoviridae), questo virus può colpire, oltre al peperone, diverse altre colture ortive tra cui pomodoro, melanzana, cicoria (pan di zucchero), lattuga, patata, erbe officinali, erbe spontanee e piante floricole, ed è considerato uno dei più importanti virus in grado di infettare le colture vegetali al mondo, anche dal punto di vista del danno economico (Rybicki, 2015, SCHOLTHOF, Adkins, Czosnek, Palukaitis, Jacquot, Hohn, Hohn, Saunders, Candresse & Ahlquist, 2011). Comparso in Italia nel 1989 (VAIRA, ROGGERO, LUISONI, MASENGA, MILNE & LISA, 1993), risulta adesso diffuso in tutto il territorio nazionale. TSWV può infettare colture sia in pieno campo che in coltura protetta, ed è particolarmente pericoloso in serra in quanto le condizioni del microclima favoriscono la moltiplicazione del tripide vettore e la conseguente diffusione del virus. Obiettivo del progetto è quello di sviluppare uno strumento innovativo, a basso impatto ambientale ed ecologicamente sostenibile per proteggere le coltivazioni piemontesi di peperone dalla malattia dell’avvizzimento maculato indotto da TSWV. In dettaglio, verrà sviluppato un formulato basato sull’impiego contemporaneo di dsRNAs esogeni associati a nanocapsule ed oli essenziali. Il prodotto così sviluppato si inserisce in un’ottica di agricoltura sostenibile, finalizzata a una riduzione dell’uso di pesticidi, ritenuta prioritaria non solo sul territorio italiano ma per l’intera Comunità Europea.

Persone coinvolte

Dipartimenti coinvolti

Parole chiave

Settori ERC

SH2_6 - Sustainability sciences, environment and resources
LS9_4 - Plant sciences (including crop production, plant breeding, agroecology, soil biology)

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals)

Obiettivo 2. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un’agricoltura sostenibile

Budget

Costo totale progetto: € 25.000,00
Contributo totale progetto: € 25.000,00
Costo totale PoliTo: € 6.500,00
Contributo PoliTo: € 6.500,00