Roberto Doglione

Prof. Associato Confermato
Dipartimento Scienza Applicata e Tecnologia (DISAT)

  • Membro Centro Interdipartimentale SISCON - Safety of Infrastructures and Constructions

Profilo

Interessi di ricerca

Crack closure effect on fatigue crack propagation threshold
Effect of stress triaxiality on hydrogen embrittlement
Fatigue from casting defects
Hydrogen cathodic absorption
Hydrogen embrittlement
Mixed mode crack growth in rail steels
Portevin le chatelier effect
Serrated yielding
Stress corrosion cracking

Settore scientifico discliplinare

ING-IND/21 - METALLURGIA
(Area 0009 - Ingegneria industriale e dell'informazione)

Linee di ricerca

  • Hydrogen embrittlement in high strength steels and valve steels, effect of charging procedures and of stress triaxiality
  • Fatigue crack propagation in rail steels, mixed mode and crack closure effect, influence on the threshold of crack growth
  • Fatigue properties of structural alloys, Locati method and new testing procedures
  • Portevin Le Chatelier effect in rolled high-strength aluminium alloys with strong crystallographic textures
  • Microstructure and mechanical properties of light alloys, innovative heat treatments and new chemical compositions
  • Corrosion damage of steel bars and tendons in reinforced concrete
Mostra di piùMostra meno

Competenze

Settori ERC

PE8_8 - Materials engineering (metals, ceramics, polymers, composites, etc.)
PE8_7 - Mechanical and manufacturing engineering (shaping, mounting, joining, separation)

SDG

Goal 9: Industry, Innovation, and Infrastructure

Didattica

Collegi di Dottorato

  • SICUREZZA INDUSTRIALE ED ANALISI DEI RISCHI, 2003/2004 (20. ciclo)
    Politecnico di TORINO
  • SICUREZZA INDUSTRIALE ED ANALISI DEI RISCHI, 2002/2003 (19. ciclo)
    Politecnico di TORINO
MostraNascondi collegi passati

Collegi dei Corsi di Studio

Insegnamenti

Corso di laurea magistrale

MostraNascondi A.A. passati

Altre attività e progetti di didattica

L'attività didattica prevede, a partire dall'AA 2021-2022 un incremento di attività sperimentali in laboratorio, focalizzato sulle prove meccaniche sui materiali. Si svolgono prove di trazione con macchine universali servoidrauliche, mettendo in evidenza gli effetti specifici delle variabili di stato, cioè deformazione, velocità di deformazione, temperatura sulle curve di flusso plastico. Si mettono in evidenza gli effetti speciali che convenzionalmente si descrivono a lezione in aula, ma finora non sono mai stati mostrati sperimentalmente, e in particolare invecchiamento statico e dinamico, effetto Portevin Le Chatelier. Sono in sviluppo esperienze specifiche, utilizzando hardware e software della Correlazione d'Immagini Digitali (DIC), di studio dei campi di deformazione sotto stress, che mostrano effetti di plasticià localzzata in campi tensionali uniformi. Si mostrano, con procedure sperimentali, le correlazioni fra instabilità plastiche localizzate e fragilità di materiali e componenti.

Ricerca

Istituto

Gruppi/team di ricerca

Progetti di ricerca

Progetti finanziati da bandi competitivi

  • SINTESI E CARATTERIZZAZIONE DI MATERIALI POLIMERICI NANOCOMPOSITI LAMELLARI PER APPLICAZIONI ELETTRICHE, (2007-2009) - Responsabile Scientifico
    Ricerca Nazionale - PRIN
  • RIDUZIONE DEI CONSUMI E AUMENTO DELLA SICUREZZA NEI TRASPORTI DI SUPERFICIE MEDIANTE TRATTAMENTI TERMICI NON CONVENZIONALI DI LEGHE LEGGERE, (2006-2009) - Responsabile Scientifico
    Ricerca Regionale
  • PRESSURE ROLLING - ADVANCED PROCESS FOR THE PRESSURE ROLLING OF MATERIALS IN THE FOUNDRY INDUSTRY, (2002-2004) - Responsabile Scientifico
    Ricerca UE - VPQ - GROWTH (CRESCITA COMPETITIVA E SOSTENIBILE)

Altre attività e progetti di ricerca

L'attività di ricerca è prevalentemente sperimentale e si svolge mediante prove meccaniche mirate a misurare gli stress e i campi di deformazione nelle leghe metalliche, accompagnati da studi microstrutturali mediante metallografia ottica e ed elettronica, integrati da indagini frattografiche mediante microscopia elettronica a scansione. Attualmente i soggetti della ricerca sono i seguenti:

1) studio di trattamenti termici innovativi su leghe leggere da colata a pressione per incrementarne le caratteristiche meccaniche

2) studio della resistenza a fatica di leghe da fonderia in presenza di difetti di produzione, con riguardo al confronto del comportamento a flessione rotante e sotto carichi assiali, dove ci si aspettano delle differenze di vita a fatica

3) studio e miglioramento del metodo Locati per la stima della resistenza a fatica con il metodo monocampione, con particolare attenzione alle madreviti di componenti filettati

4) indagine sulla velocità di propagazione di cricche di fatica su acciai per rotaie, con particolare attenzione all'attivazione di modi misti di propagazione, rilevo dei fenomeni di chiusura della cricca e modellizzazione del comportamento nella zona della soglia di propagazione

4) indagini sull'effetto Portevin-Le Chatelier nelle leghe di alluminio ad alta resistenza laminate e caratterizzate da tessiture cristallografiche di elevata intensità

5) ricerca sull'infragilimento per idrogeno in acciai ad alta resistenza e per valvole, con lo sviluppo di metodologie rapide e poco costose di assorbimento di idrogeno sotto stress e con diversi stati di triassialità delle tensioni mediante tecniche di assorbimento catodico

Pubblicazioni

Pubblicazioni più recenti Vedi tutte le pubblicazioni su Porto@Iris