Il Corso

Cosa imparerai

Il percorso formativo si riferisce tanto ad alcune aree di apprendimento quanto a specifici orientamenti tecnici. Il primo anno approfondirai le conoscenze scientifiche e tecnologiche che sono alla base dell'ingegneria energetica e nucleare quali meccanica strutturale, economia dell’energia e laboratorio di sistemi energetici e nucleari. Potrai selezionare uno dei tre orientamenti alternativi:

  1. Renewable energy systems
  1. Progettazione e gestione di impianti energetici
  1. Sustainable nuclear energy

Concluso il primo anno, approfondirai tematiche specifiche dei singoli orientamenti. Ogni orientamento offre la possibilità di scegliere tra un percorso specialistico coerente con l’indirizzo, con corsi di ulteriore approfondimento tematico sulle discipline che lo caratterizzano, e uno di carattere multidisciplinare, finalizzato all’acquisizione di competenze che, per ciascun percorso, risultano maggiormente multidisciplinari.

Il percorso formativo termina con il tirocinio, il lavoro di tesi e i crediti a scelta.

Come lo imparerai

Il Corso di Laurea è in italiano inglese.

Applicherai le conoscenze acquisite da un lato attraverso lo svolgimento di attività sperimentale con crediti dedicati a misure in laboratori, e dall’altro attraverso lo svolgimento di un tirocinio curricolare presso aziende del settore o enti pubblici e di ricerca.

Imparerai attraverso esercizi specifici, lezioni frontali, esercitazioni in aula e in laboratori e nello svolgimento di lavori autonomi o di gruppo.

Potrai svolgere periodi di studio all’estero sia per seguire corsi sia per preparare la tesi con la possibilità di conseguire un titolo di doppia laurea presso Università europee.

Cosa potrai fare dopo

Potrai accedere al mondo del lavoro come Ingegnere/a energetico/a trovando principalmente impiego nelle aziende dei servizi municipalizzati per i problemi gestionali dell'energia, negli enti pubblici e privati che operano nel settore dell'approvvigionamento dell'energia, nelle istituzioni di ricerca applicata e tecnologica, nelle aziende che producono e commercializzano macchine e impianti energetici, negli studi di progettazione, di installazione e di collaudo degli impianti di riscaldamento e condizionamento e degli impianti termotecnici.

In alternativa, potrai scegliere fra diversi ambiti professionali:

  • Tecnico responsabile: per la conservazione e l'uso razionale dell'energia (energy manager) o promuovere e sviluppare iniziative per ottimizzare e valorizzare i sistemi e le risorse energetiche territoriali;
  • Produzione e trasporto di energia: ti occuperai di scegliere le tecnologie disponibili sul mercato per la produzione di energia elettrica, termica o combinata delle due;
  • Impianti e componenti energetici: progettista in grado di redigere un progetto energetico sia in ambito civile che industriale;
  • Energia in ambito civile e/o industriale: sarai in grado di valutare criticamente dati sui consumi energetici di utenze sia civili che industriali, e alla luce di queste valutazioni è in grado di indicare soluzioni di approvvigionamento alternative;
  • Impiantistica elettro-nucleare: ti occuperai dei campi di fissione e fusione, svolgendo attività di progettazione e analisi dei componenti e dei sistemi che sono o saranno adibiti alla produzione di energia elettrica da fonte nucleare.
  • Produzione e gestione di combustibile nucleare: sarai in grado di sviluppare attività di progettazione del ciclo del combustibile nucleare: tipologia e fabbisogno di materiali, modalità di fabbricazione, strategie di utilizzo nel nocciolo dei reattori e gestione del combustibile dopo la sua rimozione dal nocciolo; per ognuna di queste fasi è a conoscenza delle condizioni operative normali, dei rischi incidentali e dell’effetto delle radiazioni sui materiali.
  • Progettazione, fabbricazione ed esercizio di apparecchiature: sarai in grado di progettare, sviluppare e gestire apparecchiature radiogene per uso medico e industriale.
  • Pianificazione energetica: ti occuperai di analizzare su qualsiasi scala territoriale (dalla scala comunale a quella nazionale) i bilanci energetici e di pianificare l’uso e la localizzazione degli impianti per la produzione di energia in funzione della domanda del territorio.