Il Corso

Cosa imparerai

Remote video URL

Il percorso formativo è suddiviso in tre aree tematiche: 

La prima area di apprendimento ti consentirà di affinare la tua preparazione nel campo dell'ingegneria di base applicata al settore delle costruzioni. Affronterai diversi campi di studio: teoria delle strutture, tecnologia dei materiali, geomatica, modellazione matematica, gestione dei progetti. 

La seconda area di apprendimento consoliderà la tua preparazione nell’area dell’ingegneria civile. Studierai la progettazione avanzata di strutture ed infrastrutture, con specifico riferimento alle strutture in calcestruzzo armato e in acciaio, alle fondazioni superficiali e su pali, alla progettazione e costruzione delle infrastrutture viarie. 

La terza area di apprendimento, incentrata sui settori specialistici dell’ingegneria civile, si articola in cinque orientamenti che puoi approfondire qui di seguito:

Come lo imparerai

Immagine
Ingegneria Civile

Il tuo percorso si misurerà con l'approccio del learning by doing, una concezione della didattica basata sul 'fare' piuttosto che sullo 'studiare come fare'. Non sarai mai meramente spettatore/trice, dal momento che

  • seguirai lezioni frontali ma anche Atelier di progettazione, esercitazioni in aula gruppi di lavoro
  • parteciperai a esperienze sul campo volte a formarti su attività come misurazioni, rilievi ed elaborazione dei dati acquisiti
  • verrai coinvolta/o in laboratori sperimentali - sia durante i singoli corsi, sia per le attività di tesi ed extracurriculari - ove potrai svolgere direttamente prove, misure e test con strumentazione scientifica 

Per l'intera durata del corso di studi, potrai consolidare la tua formazione con esperienze all'estero grazie alla mobilità Erasmus+. Potrai inoltre decidere di seguire il progetto internazionale Smart Infrastructures in due diversi modi: grazie al Diploma Supplement, che prevede l’inserimento di un pacchetto di insegnamenti sulle ICT nel proprio piano di studi, oppure conseguendo la Doppia Laurea in collaborazione col corso ICT for Smart Societies.

Per concludere i tuoi studi lavorerai su una tesi finale che tratterà un tema progettuale o di ricerca. Potrai, infine, decidere di completare la tua formazione svolgendo un tirocinio curricolare o extracurricolare, un’occasione unica per conoscere il mondo del lavoro formandoti direttamente sul campo.

L'intero percorso è certificato EURACE, ed è l’unico in Italia ad esporre gli studenti e le studentesse agli aspetti pratici di queste discipline sin dal primo anno, grazie all’innovativo Laboratorio di Ingegneria Civile: un esempio virtuoso di didattica innovativa.

Cosa potrai fare dopo

Immagine
Ingegneria Civile

Dati forniti da Almalaurea (fonte Almalaurea 2022) ed il continuo riscontro da parte delle aziende che collaborano con il Politecnico di Torino suggeriscono che ci sia una fortissima richiesta di Ingegnere/i civili con salari di ingresso in continua crescita. Potrai dunque lavorare negli ambiti pubblico e privato o nel campo di ricerca e sviluppo, occupandoti principalmente di:

  • pianificazione, progettazione, costruzione, manutenzione e gestione di opere civili, impianti, infrastrutture e reti di servizi;
  • pianificazione, progettazione, gestione e controllo di sistemi urbani, territoriali e di trasporto;
  • adeguamento sismico e miglioramento delle prestazioni funzionali del patrimonio edilizio esistente, nonché operazioni peritali e forensi a esso connesse;  
  • rilevamento e controllo del territorio.

Ti sarà possibile accedere alla libera professione previo il superamento dell'esame di Stato e l’iscrizione all'Ordine degli Ingegneri, sezione A. Qualora ne avessi la vocazione, potrai frequentare corsi di formazione specialistica (ad esempio quelli offerti dalla Scuola di Master e Formazione Permanente) o decidere di iscriverti al dottorato di ricerca (come quello in Ingegneria Civile e Ambientale offerto dal Politecnico di Torino).