Comitato Etico per la Ricerca

Il Politecnico di Torino intende perseguire gli elevati standard etici nella ricerca sia con la finalità di tutelare coloro che vengono coinvolti nelle connesse attività, sia per promuovere la qualità scientifica. I risultati della ricerca possono costituire un riferimento per decisioni politiche e tecniche, sia a livello degli Enti governativi che nel settore privato. Di conseguenza, è essenziale che la ricerca stessa sia condotta con integrità, in modo responsabile e nel rispetto di elevati standard etici. La promozione di una cultura etica al Politecnico di Torino comprende il fornire informazione e supporto ai ricercatori sugli aspetti etici nella ricerca e sulle procedure da mettere in atto per assicurare il rispetto dei principi etici. I ricercatori devono prendersi il tempo necessario per considerare benefici/oneri dei progetti e considerare l'impatto della ricerca, non solo in termini di progresso scientifico, ma anche in termini di tutela della dignità umana e del conseguente impatto sociale e culturale. Le agenzie di finanziamento della ricerca e talvolta gli stessi editori richiedono ai ricercatori di dimostrare che la ricerca da loro condotta rifletta i valori etici e tuteli i diritti fondamentali. Il Politecnico di Torino si è dotato di un Comitato Etico per la Ricerca nominato con decreto rettorale n. 1012 in data 26.11.2020 con la finalità di favorire e stimolare una riflessione etica nella ricerca scientifica PDF e fornire valutazioni, verificare ed esprimere pareri sugli aspetti etici della ricerca scientifica.

Il Regolamento del Comitato Etico per la Ricerca PDF ne definisce i compiti, la composizione e la modalità di funzionamento.

Compito generale del comitato etico per la ricerca del Politecnico di Torino è quello di fornire valutazioni, pareri o verifiche PDF in molteplici aree di ricerca.

Le valutazioni riservate per legge ad altri comitati etici o ad altri organismi, titolati ad esprimersi su studi di tipo interventistico quali, ad esempio, quelli relativi a sperimentazioni cliniche di medicinali o di tecniche chirurgiche non sono di competenza di questo Comitato Etico.

Il Comitato Etico è improntato ai criteri di indipendenza, competenza e interdisciplinarietà ed è composto da 5 membri effettivi e 5 supplenti. Per la valutazione di questioni specifiche, il Comitato può consultare ulteriori esperti.

L'Area Ricerca supporta i partecipanti ai bandi competitivi per la ricerca per una migliore comprensione delle richieste etiche delle agenzie di finanziamento nazionali e internazionali, delle regole e delle loro procedure di valutazione. Contatto Area Ricerca: europoli@polito.it.

Procedura per richiedere un'espressione etica

I ricercatori che vogliono presentare una richiesta devono compilare i documenti elencati nel seguito e inviarli al Comitato Etico via e-mail al seguente indirizzo comitatoetico@polito.it.

Alle riunioni del Comitato verranno trattate unicamente le richieste pervenute alla segreteria tecnica almeno 20 giorni lavorativi antecedenti la data prevista per le stesse e saranno pertanto rimandate a quelle successive le richieste pervenute in seguito.

Il Comitato Etico fornisce il proprio parere sulle domande ricevute generalmente entro 45 giorni dalla data di ricevimento della domanda completa.

Documenti

Moduli di richiesta

Per avere supporto nella redazione dei documenti che può esser richiesto di allegare è possibile consultare:

  • Per le ricerche che coinvolgono soggetti umani e potenziali rischi di dual use o misuse, il Data Management Plan (vedi area dedicata e specifico tool);
  • Per le ricerche che coinvolgono soggetti umani è possibile contattare il data protection officer di Ateneo alle seguenti email: dpo@polito.it; privacy@polito.it e prendere visione della documentazione .

    Si specifica che i modelli messi a disposizione hanno lo scopo di fungere da guida nell'elaborazione dei documenti richiesti e che dovranno essere adattati alle caratteristiche del progetto. Si segnala che qualora la ricerca riguardi esseri umani è necessario acquisire da parte dell’interessato il consenso informato alla ricerca nonché, ove vi sia trattamento di dati personali, ulteriore consenso al trattamento degli stessi ai sensi del GDPR e della normativa nazionale di settore.

  • Per la "Valutazione d'impatto sulla protezione dei dati, basata sulle disposizioni del Regolamento UE 2016/679", ove sia necessario (vedi www.garanteprivacy.it/regolamentoue/DPIA; per il personale afferente all’Ateneo consultare sempre il data protection officer: dpo@polito.it).