Internazionalizzazione

Il Politecnico di Torino è stato fra i primi atenei in Italia a credere nel valore dell'internazionalizzazione e a investire grandi risorse ed energie affinché assumesse un ruolo centrale nelle sue politiche strategiche.
Il potenziamento dell'offerta formativa in lingua inglese, il sostegno alla mobilità internazionale, la creazione di un'area dedicata all'internazionalizzazione ed all'attrazione di studenti, dottorandi e ricercatori stranieri, la partecipazione a progetti e programmi di ricerca congiunti hanno contribuito a costruire un ambiente realmente internazionale e multiculturale.
I numeri sempre in crescita degli studenti internazionali (ad oggi costituiscono il 16% della popolazione studentesca totale) confermano la validità di tale sforzo globale.
Parallelamente, l'ampia rete di partnership e accordi con università di alto livello offre l'opportunità agli studenti del Politecnico di intraprendere un'esperienza di formazione di qualità all'estero spendibile in un futuro contesto lavorativo.
Sul fronte dell'attrazione studentesca la nuova sfida che vedrà coinvolto il Politecnico per i prossimi anni sarà l'impegno a svolgere i test in loco direttamente nelle aree geografiche di maggior interesse (Asia, America Latina e Paesi del Mediterraneo), mettendo a disposizione dei migliori candidati un adeguato sostegno economico.
Rimane centrale l'offerta di programmi didattici progettati congiuntamente con partner internazionali ed i percorsi interdisciplinari di dottorato.

Un ruolo altrettanto importante è riservato alla promozione dell'internazionalizzazione del corpo docente attraverso l'inserimento di professori/ricercatori di profilo e reputazione internazionale nelle aree ritenute strategiche. Al fine di perseguire questo risultato l'ateneo ha devoluto risorse volte a sostenere il bando per l'attrazione di Visiting Professor e per dotare i professori internazionali di adeguati finanziamenti di ricerca (starting grant).
Inoltre il Bando per l'internazionalizzazione dell'ateneo ha permesso di promuovere la mobilità dei docenti del Polito all'estero, contribuendo al tempo stesso a potenziare l'ampia rete di relazioni con docenti afferenti ad università di altissimo livello.

Il Politecnico aspira anche ad una forte presenza al di fuori dei confini nazionali, non solo attraverso la creazione di campus decentrati come il campus italo-cinese presso la Tongji University di Shanghai, attivo da oltre 10 anni ed il Campus di Tashkent (Turin Polytechnic University), ma anche con l'apertura di hub e laboratori, volti ad operare su ambiti specifici in connessione con le esigenze del territorio.
In tal senso le realtà più promettenti sono state realizzate in Asia, ovvero il South China-Torino Collaboration Lab presso la South China University of Technology (SCUT) di Guangzhou (inaugurato nel 2015) ed il MICEMS, Malaysia-Italy Centre of Excellence for Mathematical Sciences inaugurato nel 2016 presso Kuala Lumpur.

© Politecnico di Torino - Corso Duca degli Abruzzi, 24 - 10129 Torino, ITALY
P.IVA/C.F.:00518460019